Skip links

Illusione del controllo: per la quale siamo responsabili?

Per diversi anni, un approccio originale nel trattamento della nevrosi e delle sindromi post -traumatiche ha guadagnato forza per diversi anni. Il metodo non è stato approvato da specialisti per lungo tempo, ma poi anche gli scettici più gravi hanno iniziato a riconoscere l’effetto positivo di tale terapia. Di cosa si tratta?

L’essenza dell’approccio è la seguente: il paziente (vittima) è chiamato a condividere la responsabilità di ciò che è accaduto. Cioè, se nella terapia classica della vittima si sforzano di proteggere il più possibile dal coinvolgimento nell’incidente, allora si propone il paziente, al contrario, per rendersi conto che qualcosa dipende da lui. Condividendo la responsabilità, una persona si rende conto che la prossima volta può evitare una situazione del genere o almeno influenzarla. Se capiamo che nulla dipende da noi, allora l’incidente può ripetere di nuovo in qualsiasi momento. E significa che l’unica cosa che rimane per noi è vivere nella paura e nell’aspettativa

.

Gli scienziati hanno condotto un esperimento: hanno preso due gruppi di partecipanti e li hanno messi per risolvere compiti semplici. Un gruppo lavorava in silenzio e l’altro era sempre distratto da rumore e suoni improvvisi. Naturalmente, il secondo gruppo ha mostrato i risultati peggiori rispetto a quelli che hanno lavorato in silenzio. Dopo un paio d’ore, l’esperimento è stato ripetuto: i gruppi si sono seduti di nuovo per risolvere i problemi, ma ora tutti hanno lavorato a parità. Tuttavia, il secondo gruppo ha nuovamente mostrato il risultato peggiore: avendo ricevuto un’esperienza spiacevole, si aspettavano l’aspetto di suoni spiacevoli e si sono concentrati peggio.

Quindi gli scienziati hanno cambiato le condizioni sperimentali. All’inizio tutto è andato come prima. Tuttavia, questa volta, al secondo gruppo è stato assegnato il telecomando: con un clic sul pulsante, è stato possibile disattivare i suoni interferenti. L’ospite dell’esperimento ha detto che non vorrebbe che usassero questo pulsante, ma in generale – se il rumore è distratto e non è permesso funzionare, tutti possono usarlo. Di conseguenza, nessuno di quelli sperimentali ha premuto il pulsante, ma i loro risultati sono migliorati o pareggiati con coloro che hanno lavorato in silenzio.

Gli scienziati spiegano questo effetto dell’illusione del controllo e della sensazione che noi stessi siamo responsabili di ciò che sta accadendo. Quando capiamo che molto dipende da noi stessi, siamo in grado di adattarci meglio e sperimentare lo stress sperimentato.

Tuttavia, nella terapia descritta esiste una linea molto sottile: la separazione della responsabilità non dovrebbe trasformarsi in qualcosa di simile a “se stessa è la colpa!”La persona ferita non è davvero da biasimare per nulla. Ma può assumersi la responsabilità in modo che in futuro questa situazione non si verifichi più, semplicemente perché si comporterà diversamente.

Per maggiori dettagli vedi. S. Cohen “Effetti di stress sulla performance umana e sul comportamento sociale: una revisione della ricerca e della teoria”, Bollettino psicologico, 1980, Vol. 88.

Open chat
Need Help?
Hello!
Welcome to SPEK
How can I help you?